lunedì 29 aprile 2013

Borgotaro... Correva l'anno 1963...


Queste notizie sono tratte dal “Caleidoscopio Borgotarese”, storica rubrica curata da Pier Giovanni Feci per "La Voce del Taro", e si riferiscono a fatti accaduti nel 1963.



Moneta rara trovata da un borgotarese
Nelle festività natalizie, il signor Giuseppe Ferri scorreva un settimanale, quando il suo sguardo si fermava su un servizio giornalistico riguardante vecchie monete decimali italiane della fine del secolo scorso. La sua mente si riportava immediatamente ad una vecchia moneta con l'effigie di Vittorio Emanuele III dimenticata, fra le tante cianfrusaglie, in un cassetto di casa. Dopo alcune ricerche il signor Ferri veniva in possesso del piccolo “tesoro”. Si tratta infatti di un marengo d'argento emesso dalla zecca di Roma e il cui valore numismatico si aggira sulle 500.000 lire. (Si trattava infatti di moneta coniata in numero limitatissimo di esemplari).

Non si vede il secondo canale Rai
Da ogni centro della Val Taro giungono lamentele nei confronti della Rai-Tv, per quanto riguarda principalmente il secondo canale televisivo che, come è noto, non si riceve né a Borgotaro né in tutta l'Alta Valtaro. É inoltre risaputo che la Valtaro sarà ancora “zona d'ombra” per diverso tempo. Questo fatto naturalmente provoca il giusto risentimento dei teleabbonati che si vedono trascurati e menomati nei loro diritti.
Arrivata a Pontolo la salma di un caduto
E' giunta a Pontolo a cura dell'Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in guerra, la salma dell'alpino Ernesto Dellapina, della classe 1920, e appartenente all'8° Rgt. Alpini, caduto sul fronte greco-albanese il 10 marzo 1941. Prima che i poveri resti venissero consegnati ai famigliari, la popolazione ha reso solenne omaggio alle spoglie mortali di questo suo figlio.

Dieci palle da bombarda affiorano negli scavi del Castello
Una decina di palle da bombarda sono venute alla luce nel corso dei lavori di demolizione del vecchio Castello. Una ruspa stava procedendo ai lavori di scavo per le fondamenta dell'erigenda nuova casa della gioventù, quando avvertiva nel terreno una forte resistenza: di lì a poco gli operai addetti dissotterravano le palle di bombarda probabilmente nascoste in una delle vecchie cantine del maniero.
L'esame del progetto per il Campo sportivo
Prossimamente il Consiglio comunale dovrà esaminare la proposta di accendere un mutuo, di circa 100 milioni, per la costruzione di un moderno “stadio” munito delle più moderne e razionali attrezzature. Il nuovo impianto sportivo dovrebbe comprendere, oltre ad un regolare campo di calcio, anche una pista atletica con sei corsie, pedane per salti e per lanci, campi da tennis, pallavolo e bocce ed una piccola piscina coperta. Il moderno impianto sorgerà nell'area adiacente a quella già destinata alla costruzione della nuova scuola media.

Il campanile di San Domenico verrà ricostruito con la stessa forma
La cuspide del vecchio campanile di S. Domenico in Borgotaro, abbattuta in seguito ai continui cedimenti, verrà ricostruita con la stessa forma ottagonale e le stesse caratteristiche. I lavori dovrebbero iniziare quanto prima a cura del Genio Civile.

Gara d'appalto per la costruzione del nuovo macello
Ha avuto luogo nei giorni scorsi la gara d'appalto per l'aggiudicazione dei lavori di costruzione del macello comunale che dovrà sorgere nei pressi del campo sportivo in località Varacola. L'asta è andata deserta. Quanto prima, sarà indetta una nuova gara d'appalto, infatti l'attuale costruzione è ormai antigienica e dovrà essere demolita quanto prima per far posto alla Casa del Fanciullo
Massimo Beccarelli


Nessun commento:

Posta un commento